Home ›› URP Provincia ›› Consigliera di parità

Consigliera di parità

Consigliere Parità - Logo

In evidenza

 

Convenzione del Cosiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica

La Turchia esce dalla Convenzione di Istanbul

 

 

 

La Consigliera di Parità è una figura prevista dalla Legge 125/91 "Azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro" e ridefinite nel Titolo II del Decreto Legislativo 198/06 "Codice delle pari opportunità tra uomo e donna”.

Le Consigliere di Parità effettive e supplenti, nominate con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con il Ministro per le Pari Opportunità, su designazione delle Regioni, tutelano la posizione lavorativa delle donne incidendo sulle situazioni che sono di ostacolo alla realizzazione della piena parità uomo-donna sul lavoro.

Il mandato della Consigliera dura 4 anni dalla data del Decreto di nomina ed è rinnovabile per non più di 2 volte.

Con decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 64 del 11/06/2020 sono state nominate:

  • Consigliera di parità effettiva: Carmelina Angela Fierro

Con Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali n. 66 del 30/03/2021 è stata nominata:

 

  • Consigliera di parità supplente: Venera Tomarchio

 

 

Contatti

La Consigliera riceve su appuntamento:

 

 

Consigliera Parita - Brochure (801,16 kB - PDF)

 

(Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2021)

 

 

Eventi passati

  • 8 Marzo, Giornata internazionale della donna
    "Dobbiamo renderci conto che la parità di genere è una questione della collettività, degli uomini e delle donne il cui contributo è determinante per l’economia e per la tenuta sociale di questo paese. Un paese che ha una occupazione femminile ancora al di sotto della media europea e un tasso di natalità sempre più vicino a zero in cui si attivano in automatico le storiche disuguaglianze. Sperando sempre che un giorno di attenzione dedicata alle donne possa attivare un processo di nuove visioni, confermiamo l’ impegno nel VEDERE la condizione femminile con convinzione. Sono convinta che orientare questo sguardo, ci aiuterà a vedere altre possibilità di risoluzione dei problemi di un sistema che, così come lo abbiamo perpetrato, si sta manifestando sempre più insostenibile" - Consigliera di parità Carmelina Angela Fierro
  • Premio “Impresa, Lavoro, Donna” Comune di Ravenna - Edizione anno 2020 dedicata a Tina Anselmi
    Lunedì 8 marzo ore 15.30
  • La Consigliera di Parità partecipa alla premiazione delle aziende che hanno partecipato al Premio Tina Anselmi indetto dal Comune di Ravenna.
    Si tratta di aziende che hanno presentato i loro progetti di innovazione e sostegno all'occupazione femminile durante il periodo della Pandemia.
    La crisi sanitaria prima e sociale ora, sta mettendo a rischio diversi posti di lavoro di donne che impossibilitate a conciliare i tempi di vita e i tempi di lavoro perchè impegnate nella cura ancora troppo spesso ad esclusivo carico delle donne.
    Premiare le aziende e sostenerle nel tentativo di riorganizzare i propri tempi e agevolare modalità nuove di flessibilità degli orari e delle modalità di lavoro, vuol dire riconoscere concretamente la risorsa femminile nel mondo del lavoro, fare in modo che non lasci il lavoro e garantire così l'effettiva parità di opportunità e sostenibilità di un sistema ancora in forte squilibrio.Link: Ravenna celebra la Giornata internazionale della donna
  • La rassegna "Bella da vivere Community" promossa dall’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cervia
    Il calendario degli eventi
  • Tutele, prevenzione e contrasto alle discriminazioni sul lavoro
    In occasione della Giornata Internazionale dell’eliminazione della violenza contro le donne del 25 novembre, la consigliera di Parità della Provincia Di Ravenna Carmelina Fierro, insieme ad altre colleghe e alla consigliera di Parità regionale Emilia-Romagna Sonia Alvisi, ha pubblicato le Linee Guida sulle Discriminazioni in ambito lavorativo.
    Si tratta di una guida operativa, realizzata insieme all’Ispettorato del lavoro, per tutti gli interventi di vigilanza e tutela nei luoghi di lavoro affinché si possano riconoscere le condotte che di fatto pregiudicano assunzioni, rientri dalla maternità, progressioni di carriera che penalizzano le donne.
    L’esperienza comune della rete delle Consigliere e degli Ispettori dell’Emilia-Romagna ha infatti evidenziato l’esigenza di produrre un documento che consenta di fornire metodologie e indirizzi operativi uniformi, su tutto il territorio regionale, in materia di parità e contrasto alle discriminazioni in ambito lavorativo.
    Per poter intervenire sono necessari azioni sinergiche tra consigliera di Parità e Ispettorato del Lavoro, operazioni da affiancare poi alla promozione di buone pratiche in cui tutti i soggetti sono coinvolti, dalle organizzazioni sindacali, alle associazioni di categoria, alle professioni che promuovono sviluppo e lavoro.
  • Incontro di presentazione Venerdì 2 ottobre 2020
    Incontro conoscitivo e di condivisione quale inizio di un lavoro di collaborazione con i Sindacati Cgil, Cisl e Uil
  • Rete Regionale delle Consigliere di Parità e l’Ispettorato del Lavoro – Giovedì 1 ottobre 2020
    La consigliera di Parità della Provincia di Ravenna incontra la Rete Regionale delle Consigliere con l’Ispettorato Inter-Regionale per l’elaborazione delle linee guida a tutela prevenzione e contrasto alle discriminazione.
    Un confronto e un tavolo di lavoro per elaborare uno strumento che nelle attività ispettive possa essere da guida per tutti i soggetti coinvolti affinché si possa intervenire a rimozione e prevenzione delle discriminazioni nei luoghi di lavoro.
    La discriminazione non è una condotta palese e chiara e per questo necessità non solo attenzione e vigilanza specifica ma anche formazione chiara su quali possono essere i segnali e come poter intervenire