OPEN DATA

Home ›› OPEN DATA

OPEN DATA

 

In evidenza

 

La Provincia di Ravenna sceglie di partecipare all’iniziativa attivando il proprio sito Open Data, con l’obiettivo di rendere disponibile a chiunque sia interessato l’utilizzo di dati aperti derivanti dall’esercizio della propria attività per favorirne il riutilizzo così come indicato dalla legislazione vigente in ambito europeo e nazionale.

Per la pubblicazione dei propri “dataset” la Provincia di Ravenna sceglie, grazie alla collaborazione con la Regione Emilia Romagna, di pubblicare i dati sul portale regionale, consentendo ai cittadini di poter accedere alle informazioni in un sistema più ampio nel quale sono presenti anche i dati della Regione Emilia Romagna e di altri enti locali in un formato aperto e opportunamente licenziati.

 

OPEN DATA

 

Open Data Provincia Ravenna - Logo

Con il termine "Open Data" si indicano dati pubblici in formato aperto e accessibili a chiunque intenda fruirne riutilizzandoli eventualmente ai fini commerciali, rispettando le eventuali condizioni di riutilizzo (in genere la citazione della Fonte) prevista dalla licenza assegnata.

Il principio dell’open data by default, introdotto nel 2012 con la modifica dell’articolo 52 del Codice dell’Amministrazione Digitale, per cui “i dati e i documenti che le amministrazioni titolari pubblicano senza l’espressa adozione di una licenza si intendono rilasciati come dati di tipo aperto”, ha avviato un processo mirato alla valorizzazione del patrimonio informativo pubblico che ancora oggi è in atto e continuamente rafforzato dalla legislazione vigente.

Lo stesso “Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione (2019-2021)”, emanato da AGID, pone particolare attenzione agli open data, riconoscendo che “l’apertura dei dati pubblici" (in generale i dati conoscibili da chiunque) per il loro riutilizzo diventa un’azione specifica nell’ambito del Mercato Unico Digitale (Digital Single Market), primo pilastro dell’Agenda digitale europea, volto a sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per favorire l’innovazione, la crescita economica e la competitività".