Turismo

Home ›› Argomenti ›› Turismo ›› Agenzie di Viaggio

Agenzie di Viaggio

 

A chi è rivolto il Servizio

Ai soggetti che esercitano attività di produzione, organizzazione di viaggi e soggiorni e intermediazione, con o senza vendita diretta al pubblico, nei predetti servizi, ivi compresi i compiti di assistenza e di accoglienza ai turisti. Le predette attività possono essere svolte congiuntamente o disgiuntamente, anche in via telematica se compatibile.

 

 

 

In Evidenza

Dal 12 luglio 2014 è in vigore la nuova Legge Regionale del 27 giugno 2014 n.7 dove sono state apportate delle modifiche alla Legge Regionale 31 marzo 2003, n.7 introducendo la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia) per le pratiche che riguardano l'apertura, il trasferimento, la modifica delle Agenzie di viaggio e la loro presentazione al Suap comunale che si coordinerà con le competenti struttura della Provincia.

 

 

Principali aggiornamenti normativi in materia di Agenzie di Viaggio:

 

  • l’apertura e l’avvio dell’attività di agenzia di viaggio e turismo, così come il trasferimento e le eventuali modifiche (ad esempio Direttore tecnico, Legale rappresentante, titolarità), avviene attraverso la presentazione di segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) al SUAP (Sportello Unico Attività Produttive) territorialmente competente, completa di tutta la documentazione attestante la sussistenza dei requisiti previsti dalla legge. La presentazione della SCIA e della relativa documentazione consentono l'esercizio immediato dell'attività ma spetta all'amministrazione competente, entro 60 giorni, verificare d'ufficio la sussistenza dei requisiti di legge richiesti e disporre, se necessario, con provvedimento motivato, il divieto di prosecuzione dell'attività e la rimozione dei sui effetti, salvo che, ove ciò sia possibile, l'interessato non provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro il termine prefissatogli dall'amministrazione stessa;

 

  • le agenzie di viaggio e turismo già legittimate a operare ed aventi la sede principale in Italia che intendono aprire una sede secondaria, sono tenute a presentare apposita comunicazione al SUAP territorialmente competente, il quale provvede a sua volta ad informarne il SUAP cui è stata presentata la SCIA per l'apertura della sede principale;

 

  • il deposito cauzionale di cui all’articolo 13 della legge regionale n. 7 del 2003 non è più dovuto. La Provincia provvede d’ufficio allo svincolo dei depositi cauzionali attualmente costituiti, entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, previa verifica dell’inesistenza di pendenze in corso nei confronti del titolare dell’agenzia di viaggio che possano comportare rivalsa sul deposito cauzionale a suo tempo costituito dall’agenzia stessa. Al termine degli accertamenti, che verranno effettuati presso la Cancelleria Fallimentare e il Casellario Giudiziale del Tribunale di Ravenna, la Provincia comunicherà lo svincolo del deposito cauzionale.

Prima della presentazione della comunicazione di apertura di una nuova agenzia va richiesta la prenotazione di denominazione della nuova agenzia alla Provincia di Ravenna e per compilare la modulistica è necessario seguire il percorso cliccando qui

NORMATIVA

 

 

 

  

 

 

Requisiti per la Agenzie di viaggio

Requisiti strutturali:

Le agenzie di viaggio e turismo e le loro filiali o sedi secondarie devono possedere i seguenti requisiti strutturali:

a) locali idonei ai sensi della normativa vigente;

b) insegne visibili dell'attività dell'impresa;

c) attrezzature tecnologiche adeguate alle attività da esercitare.

I requisiti di cui al comma 1, lettere a) e b), non sono richiesti per le agenzie che operano esclusivamente in via telematica.

Requisiti professionali

Il possesso dei requisiti professionali è dimostrato dall'esistenza delle condizioni previste dall'articolo 29 del decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206 (Attuazione della direttiva 2005/36/CE relativa al riconoscimento delle qualifiche professionali, nonché della direttiva 2006/100/CE che adegua determinate direttive sulla libera circolazione delle persone a seguito dell’adesione di Bulgaria e Romania) o dall'aver frequentato apposito percorso formativo abilitante.

La Giunta regionale determina i criteri e le modalità dei percorsi formativi abilitanti all'esercizio dell'attività di direttore tecnico nonché i termini per l'effettuazione dei percorsi formativi stessi.

Il direttore tecnico presta la propria attività con carattere di continuità.

 

Requisiti soggettivi

Per l’apertura delle agenzie di viaggio e turismo e per l’esercizio delle relative attività sono necessari:

a) il possesso dei requisiti strutturali e professionali sopra previsti;

b) il possesso dei requisiti di onorabilità di cui all’articolo 71 del decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno).

 

Contatti

Settore: Attività Produttive e Politiche Comunitarie
Servizio: Turismo
Responsabile: Dott.ssa Tania Berardi
Indirizzo: Via della Lirica n. 21- 1°piano - 48124 - Ravenna
Telefono: 0544 258423 - 258549
Fax: 0544 258526
Responsabile del procedimento: Dott.ssa Tania Berardi
Addetto alle informazioni: Daniela Iaci