Statistica, Studi e Ricerche

Home ›› Argomenti ›› Statistica, Studi e Ricerche ›› Popolazione ›› Anno 2016

Anno 2016

 

La popolazione in provincia di Ravenna ammonta a 392.517 persone (190.615 maschi e 201.902 femmine) con un tasso di crescita zero rispetto all'anno 2015.
L'incremento della popolazione più consistente rispetto all'anno precedente riguarda il comune di Faenza (+309 individui), mentre il comune capoluogo (che rappresenta il 40,6% della popolazione della provincia) presenta una leggerissima contrazione della popolazione (-0,1%).
L'età media è di 46 anni. Gli individui con più di 65 anni rappresentano il 25% della popolazione totale (98.274); quelli con 80 anni e più rappresentano il 5% (17.618), i centenari ed ultracentenari sono 172 (32 uomini e 140 donne – a conferma di una maggiore longevità del genere femminile).
La natalità conferma la tendenza alla diminuzione iniziata nell'anno 2008: il tasso generico si attesta attorno al 7,4 per mille (2.813 nati su popolazione media). Risultano in diminuzione i decessi: dopo il picco dell'anno 2015 (a causa delle condizioni climatiche), le morti sono state 4.533 (un valore alto ma in linea con l'aumento dovuto all'invecchiamento della popolazione). Il saldo naturale (nascite - decessi) nel 2016 registra un valore negativo: meno 1.720 persone, il secondo calo più netto nell'ultimo decennio dopo quello del 2015.
La popolazione rimane comunque stabile (-9 persone) in virtù del saldo migratorio che, dopo la contrazione del 2015, si attesta a più 2.435 persone.
In dettaglio il saldo migratorio estero, pari a più 1.782 persone, risulta in aumento del 41% rispetto all'anno precedente, con un maggior numero di iscrizioni (+21%) e una leggera flessione delle cancellazioni (-3%). A novità degli anni precedenti entrano a far parte della popolazione residente una serie di persone che hanno richiesto asilo politico: aumentano le persone provenienti da Gambia, Guinea, Mali e Ghana.
La popolazione straniera si attesta a 47.507 persone (pari al 12,12% della popolazione residente), in leggero aumento rispetto al 2015 (+0,99%), con una maggiore concentrazione a Massa Lombarda (17,6%), Conselice (16,02%), e Solarolo (14,66%). Rimangono le nazionalità più numerose quella Rumena (+1,8% rispetto al 2015), Albanese, Marocchina (sebbene in calo del 3,14% rispetto all'anno 2015).
Per gli stranieri risulta positivo il saldo naturale (+657): il numero dei decessi stranieri sul territorio provinciale rimane esiguo, segno di una stabilizzazione della popolazione straniera recente o di una tendenza a ritornare in patria per il ricongiungimento famigliare.
La popolazione straniera ha infatti un’età media molto più bassa rispetto a quella generale (33 anni in media), la popolazione ultra-80enne rappresenta solo lo 0,6% della popolazione straniera fra cui un solo ultracentenario. La popolazione minorenne invece rappresenta il 21%, di cui il 74% è nato in Italia.
Anche il saldo migratorio risulta positivo, ad incidere in modo determinante il saldo estero (+2.130) e l'aumento delle acquisizioni della cittadinanza italiana (segno di una maggiore integrazione della popolazione straniera).

 

Elaborazioni a cura di Provincia di Ravenna - Servizio Ricerca ed Innovazione Statistica

 

 

 

Gli ultimi due modelli rilevano il movimento della popolazione residente totale annuale e il movimento della popolazione straniera residente. Tale movimento è costituito dal movimento naturale (iscrizioni per nascita e cancellazioni per morte), dal movimento migratorio (iscrizioni e cancellazioni per trasferimento di residenza), dalle rettifiche post censuarie e dalle iscrizioni e cancellazioni per altri motivi (es. ricomparse, irreperibilità ordinarie, ecc.) verificatesi nei comuni durante l'anno considerato. Tutti i dati relativi al movimento anagrafico sono calcolati in base alla data di evento in anagrafe, quindi sono conteggiate anche le preiscrizioni.