Statistica, Studi e Ricerche

Home ›› Argomenti ›› Statistica, Studi e Ricerche ›› Popolazione ›› Anno 2015

Anno 2015

Prosegue nel 2015 il lieve trend di decremento della popolazione ravennate (392.526 abitanti di cui 190.229 maschi e 202.297 femmine). Per il secondo anno consecutivo si registra infatti una leggerissima diminuzione pari a -628 abitanti (-0,16%). Il decremento riguarda 14 comuni su 18, di contro si registra una situazione di stallo a Bagnara, Ravenna, Russi e Solarolo.

La dinamica rallentata della popolazione si inquadra in un contesto in cui, secondo le stime di Istat, la popolazione italiana registra un calo di -0,23% e la regione Emilia-Romagna di 3.000 abitanti pari a -0,08%. Siamo in un quadro di rilevante cambiamento a livello nazionale e regionale, tenendo conto che dagli anni '50 la popolazione italiana e dell'Emilia-Romagna era sempre aumentata e a Ravenna non si registra una battuta d'arresto da 25 anni, con una popolazione che dal 1861 è raddoppiata in tutti i contesti (confrontando i dati del Censimento della Popolazione e delle Abitazioni si passa da 201.793 abitanti del 1861 a 384.761 del 2011 con una crescita del 90,7%, in Regione Emilia-Romagna del 108%, in Italia del 125%).

Si è molto parlato delle cause di questa modifica, determinata da un calo delle nascite, che a causa di motivi economici che si riflettono anche sugli stili di vita, a Ravenna dal 2009 registrano un decremento del 21% (in calo rispetto all'anno 2014 del 6,1% pari a 189 bambini nati in meno) e da un picco di mortalità per la vampata di calore che si è registrata nell'anno 2015 che ha comportato un aumento nei decessi pari a 370 morti in più registrati in un solo anno e pari al 8,4% (incremento allineato al dato regionale e nazionale). Si registra un saldo naturale (nati meno deceduti) di -1.832 persone, record negativo degli ultimi 13 anni.

Il saldo migratorio, sia interno che esterno, pur rimanendo positivo, si è andato progressivamente assottigliando. Il saldo estero, che rappresenta il 60% del saldo migratorio, è in calo dal 2008 del 75%, anche se nel 2015 si registra una piccola ripresa rispetto all'anno precedente pari al 11,4%. Gli iscritti dall'estero (2.334 nel 2015), in calo dal 2008, registrano tra il 2014 e il 2015 un aumento del 7,3%, mentre i cancellati per l'estero sono in continua crescita e risultano duplicati rispetto al 2009 (1.072 nel 2015 contro i 517 del 2009). Il saldo interno risulta un quarto di quello di 10 anni prima, con una riduzione registrata nell'ultimo anno del 18,5% (attestandosi a +721 unità). Ad incidere sul saldo interno la diminuzione sia degli iscritti da altro comune italiano (7.591 nel 2015), che l'incidenza dei cancellati.

La popolazione straniera è pari a 47.105 di cui 22.542 maschi e 24.536 femmine (il 12% della popolazione residente).

Le cittadinanze più numerore rimangono quelle: Rumena, Albanese (anche se in calo del 2,8% rispetto all'anno precedente), Marocchina (anche se in calo del 3,4% rispetto l'anno precedente) sia per le donne che per gli uomini. Con l'arrivo di profughi vengono registrati aumenti nella popolazione straniera di nazionalità mai registrate nel territorio ravennate: si tratta di persone con nazionalità di Mali, Gambia e Pakistan. In calo la popolazione straniera fino ai 39 anni (pur rappresentando il 16,8% della popolazione 0-14 e il 21,5% della popolazione 15-39) mentre è in aumento la popolazione dai 40 in su. Da notare che la popolazione straniera over 65 anni, pur rapprentando il solo 1,79% della popolazione totale, risulta più che quadruplicata rispetto al 2005.

 

Elaborazioni a cura di PROVINCIA DI RAVENNA - SERVIZIO STATISTICA

 

 

 

OPEN DATA
Elaborazioni a cura di REGIONE EMILIA-ROMAGNA - SERVIZIO STATISTICA, COMUNICAZIONE, SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI, EDUCAZIONE ALLA SOSTENIBILITÀ, PARTECIPAZIONE