Pesca

Home ›› Argomenti ›› Pesca ›› Rane

Rane

Nella nostro territorio provinciale sono presenti specie definite come rane verdi, appartengono alla famiglia dei Ranidi nell'ordine degli Anuri. La rana ha sempre colpito la fantasia dell'uomo grazie al particolare aspetto e soprattutto per il curioso ciclo vitale. Leggende e credenze popolari sono legate a questo particolare anfibio, nell'antichità si credeva che le rane nascessero dalla terra fecondata dagli acquazzoni estivi oppure che essendo animali generati dalla pioggia potessero cadere direttamente dalle nuvole.

La riproduzione, la schiusa, la metamorfosi da girino a rana, sono fasi molto delicate che richiedono ambienti naturali tipici ed in equilibrio. L'inquinamento, la scomparsa degli habitat, l'introduzione di specie predatorie alloctone sono alcune delle cause che stanno mettendo a rischio la sopravvivenza delle rane. La salvaguarda di questi anfibi è estremamente importante perchè sono considerati importanti bio-indicatori dello stato di salute degli habita acquatici in cui vivono.

I girini contribuiscono a mantenere pulita l'acqua e impediscono il proliferare delle alghe di cui sono ghiotti, le rane adulte mangiando insetti contribuiscono attivamente alla lotta biologica nei confronti della zanzara e altri insetti noci vi e sono anche un importante anello della catena alimentare: la loro scomparsa metterebbe a rischio la sopravvivenza di altre specie animali che se ne cibano.

Per tutelare la fauna minore, ai sensi della Regionale 7 NOVEMBRE 2012, N.11 "NORME PER LA TUTELA DELLA FAUNA ITTICA E DELL'ECOSISTEMA ACQUATICO E PER LA DISCIPLINA DELLA PESCA, DELL'ACQUACOLTURA E DELLE ATTIVITÀ CONNESSE NELLE ACQUE INTERNE", è vietata la cattura delle rane, salvo deroghe della Giunta regionale.

Referente: Geom. Daniele Ghetti

 

normativa di riferimento: