Pesca

Home ›› Argomenti ›› Pesca ›› Ambiti Protetti

Ambiti Protetti

 

ATTENZIONE: Ai sensi e per gli effetti della Legge n° 56/2014 e della Legge Regionale n°13/2015, le competenze in ambito di Caccia, Pesca e Tartufi non sono più in carico alla Provincia di Ravenna, pertanto le informazioni contenute in queste pagine potrebbero essere incomplete o non aggiornate.

 

Le Commissioni ittiche di bacino sono nominate dalla Provincia, durano in carica cinque anni e sono costituite dall'Assessore provinciale compentente, dal Dirigente dell'ufficio, esperti designati dalle Provincie, dalle Associazioni dei pescatori maggiormente rappresentative, dalle Associazioni di protezione ambientale, dai Coordinatori delle Commissioni ittiche di zona, da Rappresentanti dei pescatori professionali, dai Consorzi di Bonifica, dall'autorità di Bacino, purchè tutti territorialmente interessati.

La Provincia, sentite le commissioni ittiche di bacino, istituisce le zone di ripopolamento e frega, le zone di protezione integrate e le zone di protezione delle specie ittiche, in considerazione della necessità di preservare il patrimonio ambientale e faunistico delle zone in cui si svolgono le fasi essenziali del ciclo biologico di alcune specie ittiche autoctone di rilevante pregio e rarità.

L'esercizio della pesca è vietato nelle Riserve Naturali dello Stato e nelle acque superficiali ricomprese nelle zone A e B del Parco del Delta del Po.

 

Addetto alle informazioni: Tecnico Ghetti Daniele - Area di Faenza