Industria e Artigianato

Home ›› Argomenti ›› Industria e Artigianato ›› Gli interventi regionali per le attività produttive

Gli interventi regionali per le attività produttive

Con la riorganizzazione in senso federalista dello Stato avviato con la "legge Bassanini" ( D.Leg.vo 112 del 31/3/98 ), le Regioni hanno acquisito nuovi ambiti di competenza diretta, tra i quali la gestione degli incentivi previsti da gran parte delle leggi nazionali a favore dell'industria.

Con la approvazione della legge n. 3 del 21 aprile 1999 "Riordino del sistema regionale e locale " la Regione Emilia Romagna ha dato attuazione al recepimento di queste deleghe statali, predisponendo, per quanto riguarda gli interventi a favore delle attività produttive. Il primo "Programma Regionale Triennale per le Attività Produttive ", che contiene e organizza le 14 leggi nazionali delegate e sostituisce 6 leggi regionali in una struttura di progetti per assi, misure e azioni.

Nel novembre 2003 è stato approvato il secondo "Programma Regionale Triennale per le Attività Produttive 2003-2005".

Con il secondo Programma Triennale la Regione Emilia Romagna ha ulteriormente qualificato e innovato la propria politica industriale per favorire e rafforzare nei prossimi anni una adeguata caratterizzazione del sistema produttivo regionale e metterlo in grado di rispondere con successo alle sfide sempre più pressanti di fonte esterna e perseguire efficacemente l'obiettivo della competitività nel quadro dell'integrazione europea e della sempre più intensa concorrenza internazionale.

La nuova economia regionale, per perseguire l'obiettivo richiesto, deve diventare sempre di più e sempre più estensivamente una economia fondata sulla conoscenza, per questo l'impegno principale della Regione, che assorbirà quasi la metà delle risorse complessive del Programma, è finalizzato al sostegno della ricerca industriale e dell'innovazione, attraverso l'asse 3 del nuovo Triennale, che costituisce il programma attuativo della legge 7/02 sulla ricerca industriale, l'innovazione e il trasferimento tecnologico.

Per un'informazione completa e aggiornata consultare il sito ERMES IMPRESE