Formazione e orientamento

Home ›› Argomenti ›› Formazione e orientamento ›› Video

Video

Raccoglitori di stelle - Progetto Dedalus
Il progetto Dedalus, raccontato dalle parole di Roberto Saviano e Alessandro Baricco, ha l'obiettivo di innovare l'orientamento scolastico attraverso l'utilizzo della narrazione. È la prima esperienza del genere mai avvenuta in Italia.

 

 

 

L’Emilia-Romagna riparte con me: Energy manager
Storie di chi, con la formazione, si è riqualificato e ha mantenuto il proprio lavoro, ha trovato una nuova occupazione, è uscito dal precariato o è entrato nel mercato del lavoro. “Lavoravo in una ceramica che ha cessato l’attività. In cassa integrazione mi sono dedicato alla formazione, e ho frequentato un corso sulla gestione dell’energia finanziato dal Fondo Sociale Europeo. Oggi mi occupo di efficienza energetica in un’altra azienda del comparto ceramico. Secondo me siamo a una svolta: competenze, innovazione, energie rinnovabili e consumi razionali sono la strada per una nuova economia” (Durata: 2.32)

 

L’Emilia-Romagna riparte con me: Riconversione industriale
Storie di chi, con la formazione, si è riqualificato e ha mantenuto il proprio lavoro, ha trovato una nuova occupazione, è uscito dal precariato o è entrato nel mercato del lavoro. “Lavoravamo in uno zuccherificio. A fronte della chiusura, dovuta alla nuova politica agricola comunitaria, l’Emilia-Romagna e le istituzioni hanno investito in un progetto di riconversione industriale. Oggi io e i miei colleghi lavoriamo in nuovo stabilimento di trasformazione del pomodoro. Servivano nuove competenze e la capacità di affrontare e gestire il cambiamento: la formazione finanziata dal Fondo Sociale Europeo è stata la risposta” (Durata: 2.32)

 

L’Emilia-Romagna riparte con me: Muratore
Storie di chi, con la formazione, si è riqualificato e ha mantenuto il proprio lavoro, ha trovato una nuova occupazione, è uscito dal precariato o è entrato nel mercato del lavoro. “Vivo in Italia dal 1990 e ho sempre fatto l’operaio. L’anno scorso l’impresa si trasferita e ho perso il lavoro. Così ho deciso di frequentare un corso, rivolto a disoccupati, per diventare muratore finanziato dal Fondo Sociale Europeo. A 49 anni ho imparato un nuovo lavoro e, appena terminata la formazione, sono stato assunto da una cooperativa edile” (Durata: 2.32)

 

L’Emilia-Romagna riparte con me: Progettista CAD
Storie di chi, con la formazione, si è riqualificato e ha mantenuto il proprio lavoro, ha trovato una nuova occupazione, è uscito dal precariato o è entrato nel mercato del lavoro. “La laurea in ingegneria non era il percorso fatto per me. Mi sono guardata intorno e ho scelto un corso per Designer CAD finanziato dal Fondo Sociale Europeo. Un anno di formazione poi l’esame finale. Terminato il percorso, l’azienda dove avevo fatto lo stage mi ha chiesto di restare… A settembre ho firmato il mio primo contratto” (Durata: 3.02)

 

 

L'Emilia-Romagna riparte con me: Operatore socio-sanitario
Storie di chi, con la formazione, si è riqualificato e ha mantenuto il proprio lavoro, ha trovato una nuova occupazione, è uscito dal precariato o è entrato nel mercato del lavoro. “Per molto tempo ho lavorato come stagionale, ogni anno alla ricerca di un nuovo contratto. Poi ho deciso di frequentare un corso per Operatore Socio Sanitario finanziato dal Fondo Sociale Europeo. Ancora prima di concludere la formazione ho ricevuto diverse offerte di lavoro. Ora ho un’occupazione stabile, e in un contesto in cui mi sento utile. In tempi di crisi non è poco” (Durata: 3.02)

 

L'Emilia-Romagna riparte con me: Tecnico teatrale
Storie di chi, con la formazione, si è riqualificato e ha mantenuto il proprio lavoro, ha trovato una nuova occupazione, è uscito dal precariato o è entrato nel mercato del lavoro. “Lavoravo in teatro come facchino e i ragazzi che ho conosciuto qui mi hanno consigliato di fare il corso perchè poteva essere un modo di entrare. Adesso faccio parte di una cooperativa di tecnici, macchinisti, elettricisti fonici che si muovono nell’ambito dell’Emilia Romagna. Mi piace lavorare in teatro. È un lavoro manuale" (Durata: 3.02)