Europa e relazioni internazionali

Home ›› Argomenti ›› Europa e relazioni internazionali

Europa e relazioni internazionali

 

ATTENZIONE: Ai sensi e per gli effetti della Legge n° 56/2014 e della Legge Regionale n°13/2015, le competenze di Politiche Comunitarie non sono più in carico alla Provincia di Ravenna, pertanto le informazioni contenute in queste pagine potrebbero essere incomplete o non aggiornate.

 

 

BandieraEuropa

La sezione Politiche Comunitarie del Settore Attività Produttive e Politiche Comunitarie, si occupa sin dal 2000 delle seguenti attività:

  • gestione ed attuazione di progetti locali nell’ambito di Programmi Comunitari finanziati dai Fondi Strutturali (Obiettivo 2 – 2000/2006) e Obiettivo Cooperazione Regionale ed Occupazione 2007-2013
  • progettazione, gestione ed attuazione di progetti finanzati dai Fondi comunitari nell’ambito della Cooperazione Territoriale (Interregionale, Transnazionale e Trasfrontaliera), con specifico riferimento ai nuovi programmi IPA, MED, SEE, CEU, Interreg IVC
  • coordinamento delle azioni di scambio nell’ambito dei gemellaggi e dei patti di amicizia e cooperazione (protocolli di gemellaggio con la città di Dubrovnik/Croazia e la provincia di Ostalbkreis /Germania, patti di amicizia con le città di Pancevo (Serbia), Tuzla (Bosnia), Szekszard (Ungheria) e la regione del Limousin (Francia)
  • promozione e coordinamento di attività, iniziative a favore della pace, della cooperazione tra i popoli e collaborazione con enti ed organismi che in tali ambiti operano.
unione-europea

A livello regionale: la Commissione Europa dell’Upi - Emilia Romagna
Il punto di coordinamento a cui aderisce la Provincia di Ravenna a livello regionale è la Commissione Europa dell’Upi - Emilia Romagna, che raccoglie amministratori con delega alle politiche comunitarie e tecnici di Uffici Europa delle diverse Province emiliano romagnole. Con questa Commissione, si sviluppa un percorso attraverso il quale le Province della Regione Emilia Romagna, congiuntamente, instaurano un rapporto sistematico con le istituzioni europee, per sostenere e partecipare attivamente all’evoluzione delle politiche comunitarie e per cogliere le opportunità di valorizzazione del territorio che l’Europa offre.

Compito fondamentale di tale Commissione appare, a fronte di un moltiplicarsi di iniziative spontanee degli Enti Locali della nostra Regione, quello di valorizzare le esperienze migliori, di coordinare iniziative regionali e di progettare attività in cui il nostro sistema regionale nel suo complesso possa presentarsi con autorevolezza a livello nazionale ed europeo. L’Ufficio Politiche Comunitarie della Provincia di Modena, dopo aver gestito il coordinamento della Commissione nella fase di avvio, si occupa ora del progetto Direzione Europa, un laboratorio per la costruzione di euroreti tra dirigenti afferenti al soggetti pubblici e privati della regione Emilia Romagna.


A livello nazionale: Tecla (Associazione per la cooperazione transregionale)

tecla

Tecla è un’associazione di Enti locali e altri organismi con finalità pubbliche, fondata nel 1993. Attualmente, oltre alla sede legale di Roma, ha uffici operativi a Bruxelles e una rete di Contact Point internazionali che includono anche alcuni territori dell’est europeo in vista del prossimo allargamento dell’Unione. L’Associazione, in ragione della sua vocazione e delle sue finalità, ha costituito un valido strumento di carattere informativo o procedurale volto a favorire il trasferimento e la valorizzazione delle esperienze di cooperazione e di marketing dei territori e del sistema delle PMI. Il crescente volume di informazioni e il moltiplicarsi dei programmi della Commissione Europea hanno reso infatti, nel corso degli anni, sempre più complesso il meccanismo di selezione delle opportunità che si aprono a favore dei territori, delle piccole e medie imprese e degli operatori economici. Inoltre, caratteristiche tecniche come la scadenza dei bandi in tempi limitati, complessi criteri di gestione, e soprattutto i requisiti di transnazionalità dei progetti e la necessità dunque di istituire dei partenariati internazionali, hanno costretto i territori ad una sempre maggiore competitività organizzativa e gestionale e reso indispensabile la loro partecipazione ad una rete che, garantendo la cultura e le politiche di sviluppo locali, inserisca i territori in un network più ampio.

A livello internazionale: Euroregione Adriatica
L' Euroregione Adriatica, nata il 30 giugno 2006, è un'associazione costituita da enti territoriali di norma di livello Statale e Regionale del territorio della Repubblica Italiana, della Repubblica Slovenia, della Repubblica di Croazia, Repubblica della Bosnia ed Erzegovina, Repubblica di Montenegro, Repubblica dell'Albania ubicate sul Mare Adriatico e d’istituzioni nazionali ed internazionali.
I membri dell'EA si adopereranno per stimolare, favorire e realizzare lo sviluppo del territorio dell'EA, e creare una prospettiva di crescita della qualità e del tenore di vita delle sue popolazioni.

 

LINK