Cultura

Home ›› Argomenti ›› Cultura ›› Dialetti

Dialetti

 

Dialetto - dal 2016

La Regione Emilia-Romagna per favorire il riconoscimento e lo sviluppo delle identità culturali e delle tradizioni storiche delle comunità residenti nel territorio regionale, si è dotata della Legge Regionale 18 luglio 2014, n. 16 “Salvaguardia e valorizzazione dei dialetti dell’Emilia-Romagna” che, in continuità con la precedente Legge Regionale n. 45/1994.

consultare il link seguente: http://cultura.regione.emilia-romagna.it/temi/beni-culturali/dialetti

 

Dialetto Romagnolo - Storico

Alla fine del 2013 la Regione Emilia-Romagna ha abrogato la L.R. 45/1994 sulla Tutela e la valorizzazione dei dialetti dell'Emilia-Romagna.

Nonostante questa recente notizia è necessario ricordare che negli ultimi anni, la Provincia ha portato avanti continuativamente un progetto con i Comuni del territorio, sulla base di una apposita convenzione triennale (Repertorio n. 4624 del 26/04/2011), che prevede le seguenti linee di indirizzo:

  • attività di ricerca e documentazione del patrimonio demo-etno-antropologico romagnolo, attraverso il Centro per il dialetto romagnolo, nell'ottica di valorizzarlo quale centroculturale e scientifico dell'area provinciale e romagnola;
  • attività didattiche e di aggiornamento finalizzate a promuovere la conoscenza del dialetto nelle sue varie espressioni ed utilizzi, con particolare attenzione alle giovani generazioni e alle istituzioni scolastiche;
  • attività volte a promuovere iniziative e manifestazioni che utilizzano e valorizzano la lingua dialettale nei suoi vari aspetti, sia nella loro espressione orale che nel loro utilizzo lettarario e artistico, sia nell'ottica di promuovere il patrimonio culturale e delle tradizioni dell'area del territorio della provincia ravennate e dell'area romagnola.

Con deliberazione n. 302 del 11/12/2013, la Giunta provinciale ha approvato il Piano delle attività per l'anno 2013/2014, che prevede i seguenti progetti:

 

1 - Il Progetto di attività del Centro del dialetto romagnolo, curato dalla Fondazione Casa di Oriani Ravenna, con l'attività di ricerca del Centro e l'implementazione della banca dati. Il lavoro di digitalizzazione dei Fondi già individuati potrà proseguire, cercando di contattare anche altri ricercatori che abbiano già effettuato registrazioni in Romagna, con l'obiettivo di arricchire il patrimonio di documentazione fino ad oggi realizzato.

I Fondi già catalogati e digitalizzati sono consultabili in rete all'indirizzo www.casafoschi.it. La sede del Centro è a Castiglione di Cervia nella casa di Umberto Foschi, indimenticabile studioso delle tradizioni popolari romagnole, donata, insieme all'archivio e alla biblioteca, dalla signora Alda Foschi alla Fondazione Casa di Oriani.

Dopo avere avviato una collaborazione con il Servizio Biblioteche della Provincia per valutare come rendere disponibile online su Scoprirete della Rete delle Biblioteche della Romagna e di San Marino, le digitalizzazioni della Rivista "La Piè", si stanno ora valutando le modalità migliori per realizzare questa importante attività in modo completo e tecnicamente valido.

 

2 - Progetto Web L'Argaza. Il dialetto romagnolo on-line, curato dall'associazione Friedrich Schürr, che si occupa di salvaguardare e valorizzare il patrimonio dialettale romagnolo attraverso corsi di cultura dialettale, attività didattica nelle scuole, manifestazioni, produzione di pubblicazioni e attività editoriali.

Il Sito web l'Argaza realizzato dall'Associazione Schürr necessita di un costante lavoro di aggiornamento degli eventi inerenti il Dialetto in Romagna. In continuità con il lavoro fino ad oggi prodotto l'Associazione continuerà a garantire anche per questo anno, con i propri operatori, l'implementazione costante delle pagine informative del sito, in particolare della parte relativa al calendario Eventi dell'intera area Romagnola.

Inoltre nel corso dell'anno scolastico 2013/2014 facendo seguito ad una lunga attività didattica che ha visto, nel corso degli anni, la realizzazione di laboratori all'interno delle classi e corsi rivolti agli insegnanti, sta emergendo l'esigenza di avviare un confronto aperto con studiosi, con le varie realtà interessate alla valorizzazione del dialetto e con la scuola stessa, per elaborare nuovi percorsi didattici e atività condivise che possano meglio integrarsi ai programmi delle scuole.

 

3 - Progetto di catalogazione della nuova Biblioteca Shurr specializzata sul Dialetto e ingresso nella Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino. La biblioteca è collocata preso la sede dell'Associazione a Santo Stefano di Ravenna, attualmente consta di oltre 1.000 volumi che raccolgono le piu significative produzioni pertinenti all'ambito del dialetto dell'area romagnola.

Il Servizio Sistemi informativi e reti della consocenza della Provincia procederà alla catalogazione dei volumi. La gestione della stessa invece sarà affidata alla collaborazione tra l'Associazione Schurr stessa e la Istituzione Biblioteca Classense di Ravenna.

I materiali della Biblioteca saranno catalogati e inseriti nella Rete delle Biblioteche della Romagna, rendendoli così consultabili al pubblico attraverso gli strumenti on line di interrogazione del catalogo.

Documenti

 

Link utili

Casa Foschi. Centro per il dialetto romagnolo.

L'Argaza. Il Dialetto Romagnolo on line

Associazione Friedrich Schürr

Canterini Romagnoli di Ravenna

IBACN - Regione Emilia-Romagna