Cultura

Home ›› Argomenti ›› Cultura ›› Anno 2016 Attività culturali e promozione della cultura

Anno 2016 Attività culturali e promozione della cultura

2016 - Riforma in materia di Promozione culturale

In seguito al riordino istituzionale in materia di Province e Città Metropolitane, anche il settore della Promozione culturale è stato riordinato con LR. n. 30 Luglio 2015 n. 13 e con L.R. 29 Dicembre 2015 n. 22 (che modificano la Legge Regionale n. 37 del 22 Agosto 1994 NORME IN MATERIA DI PROMOZIONE CULTURALE)

A partire dal 2016 per ogni informazione in materia di promozione culturale consultare il portale della Regione Emilia-Romagna al link:

http://cultura.regione.emilia-romagna.it/temi/spettacolo

 

 

I luoghi della cultura e dello spettacolo - storico

A tutto questo corrisponde una buona offerta di spazi e luoghi deputati alla cultura e allo spettacolo, in particolare di Teatri e Cinema, con una notevole e diffusa distribuzione su tutto il territorio provinciale. Una ricchezza confermata anche dalla vivacità sia di Istituzioni e Fondazioni, soggetti pubblici e privati, sia dell’associazionismo culturale e di volontariato, che nell'insieme contribuiscono a fare del ravennate un'area culturale di sicuro interesse e qualità.

 

Attività e progetti di valenza provinciale e promozione culturale - storico

La Regione Emilia-Romagna "sostiene le varie attività culturali di associazioni, organizzazioni, istituzioni culturali e Amministrazioni provinciali e l'organizzazione di manifestazioni di rilevanza regionale, attraverso promozione diretta o in collaborazione con altri soggetti."

Promozione delle attività culturali vai alla sezione dedicata al Portale Web della Regione.

 

Attività e progetti di valenza europea - storico

Ha coordinato un progetto Europeo di paternariato con la Città capofila di Bacau in Romania dal titolo: "Bacau-Ravenna, Confluences Interculturelles et Artistiques". Confluenze Interculturali e Artistiche che ha avuto come scopo la conoscenza e la disseminazione della tecnica del mosaico bizantino e dell'affresco nelle scuole.

In generale il Progetto di paternariato Comenius Regio nasce per promuovere la cooperazione tra Regioni, Provincie, Comuni capoluogo e altri soggetti dei territori dell'Unione Europea. In questo caso, ha convolto gli altri partner locali del territorio: il Comune di Ravenna e l'Accademia di Belle Arti, la Scuola Damiano Novello e l'associazione SISAM Scuola Internazionale di Studi d'Arte del Mosaico e dell'Affresco. Il progetto, di durata biennale (2012-2013) ha avuto come argomento di apprendimento lo scambio di saperi e le tecniche del mosaico e dell'affresco artistici e ha coinvolto i docenti delle scuole di Bacau e di Ravenna allo scambio culturale e di buone pratiche.

Nel mese di Ottobre 2011, dal 24 al 28, si è tenuta a Ravenna la prima mobilità dello staff Rumeno che ha avviato la collaborazione tra Romania e Italia, portando in visita nella nostra città otto componenti tra docenti e ispettori scolastici della città di Bacau. Dal 2 al 7 maggio 2012 si è compiuta la seconda mobilità di progetto che ha portato di conseguenza, personale di staff Italiano, aministrativo e tecnico, a visitare la città di Bacau.

Questo tipo di progetto europeo, di apprendimento permanente, ha interessato in via diretta il personale docente delle scuole e il personale ad essa collegato. In via secondaria ha coinvolto anche gli studenti, in quanto ha avuto lo scopo di creare un ponte virtuale tra sapere e buone pratiche fra due differenti culture e metodologie di insegnamento. Classificato come bilaterale, ovvero fra due paesi dell'Europa (28 Stati Membri), questo gemellaggio è stato portato a termine effettuando il numero minimo di mobilità di persone e ha proseguito per un biennio (2012-2013) fino alla scadenza delle attività programmate, nel Luglio 2013.

Vai alla Pagina dedicata al progetto

Bacau-Ravenna, Confluences Interculturelles et Artistiques.

 

Link utili

 

(Ultimo aggiornamento: 29 febbraio 2016)