Commercio

Home ›› Argomenti ›› Commercio ›› Progetto strategico triennio 2009-2011 (Legge 266/97)

Progetto strategico nel settore del commercio per il triennio 2009-2011, in attuazione del D.M. 17 aprile 2008 (Legge 266/97)

 

Con deliberazione della Giunta Regionale n.1842/2008 la Regione Emilia Romagna ha approvato il progetto strategico nel settore del commercio per il triennio 2009-2011.

La Provincia provvede all’elaborazione ed all’approvazione di tre bandi attuativi, di cui uno nel corso dell’anno 2009, e gli altri nel corso degli anni 2010 e 2011, salvo il caso che le Province, sulla base di opportune valutazioni, prevedano la possiblità, qualora esistano graduatorie di riserva relative agli anni 2009 e/o 2010, di scorrere le suddette graduatorie utilizzando i fondi assegnabili per le annualità 2010 e/o 2011.

Tale bando intende continuare a sperimentare un modello di intervento, già avviato nei precedenti Programmi che risponda all’esigenza di attivare processi complessivi e integrati di sviluppo del settore del commercio. L’obiettivo che si vuole perseguire è sostenere gli interventi di soggetti pubblici ed imprese al fine di rendere competitiva l’offerta commerciale e migliorare il servizio al consumatore.

Con deliberazione della Giunta Provinciale n. 56 del 17/02/2010, è stata approvata la concessione dei contributi a favore dei soggetti beneficiari ammessi nel Piano Provinicale degli interventi per l’anno 2009.

 

 

In Evidenza

Con provvedimento n° 767 del 6 marzo 2012 la Provincia ha assegnato 305 mila euro alle imprese e agli enti locali che ne avevano fatto richiesta e facenti parte di una graduatoria stilata in seguito a bando pubblico.

 

Il comunicato stampa (14,91 kB - PDF)

 

 

 

Il bando è suddiviso in due azioni:

Azione 1:
Mira al mantenimento e alla rivitalizzazione del tessuto commerciale nelle aree di cui all’art. 9, comma 1 della L.R. 14/99 (località montane, rurali e di minore consistenza demografica). I progetti devono essere concertati con le Amministrazioni pubbliche. Nello specifico, con tale azione si persegue la promozione e l’attivazione di livelli di servizio adeguati a garantire una migliore viviblità in tali aree, attraverso una riqualificazione delle attività esistenti, degli spazi fisici dei contesti di riferimento, lo sviluppo di esercizi polifunzionali.

I soggetti beneficiari sono:

a) piccole imprese del commercio, anche su aree pubbliche e della somministrazione al pubblico di alimenti e bevande in forma singola o associata;

b) centri di assistenza tecnica di cui all'art.23 del D.Lgs. 31 marzo 1998, n.114.

 

Rendicontazione AZIONE 1 (15,28 kB - PDF)

 

Azione 2:

L’obiettivo di tale azione è la riqualificazione e la rivitalizzazione di centri storici, di aree urbane centrali e di zone a forte vocazione commerciale intese come aree aventi caratteristiche omogenee per le quali soggetti pubblici e privati propongono interventi al fine di potenziarne la competitività e l’attrattività. Le iniziative previste in tale azione devono consistere in un progetto promosso da Amministrazioni comunali ed imprese del commercio opportunamente associate, le cui relazioni ed impegni debbono risultare da una convenzione, in modo da individuare l’area interessata e coordinare i rispettivi interventi per il raggiungimento degli obiettivi comuni.

I soggetti beneficiari sono:

a) Forme associate di piccole imprese del commercio, anche su aree pubbliche, di esercenti la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;

b) centri di assistenza tecnica di cui all'art.23 del D.Lgs. 31 marzo 1998, n.114;

c) I Comuni, le Unioni di Comuni, le Comunità montante, il Circondario di Imola e i Comuni capofila delle Associazioni intercomunali.

 

 

Riguardo la L. 266/97, come stabilito al punto 10 dell’allegato A della deliberazione di Giunta Regionale n. 1842/2008, la Giunta Provinciale di Ravenna con atto n.680 del 02 marzo 2010, ha deliberato di non emanare un nuovo bando per l’anno 2010, ma di avvalersi della possibilità di scorrere la graduatoria relativa all’anno 2009.