Ambiente

Home ›› Argomenti ›› Ambiente ›› Energia ›› Autorizzazione impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Autorizzazione impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili

Ai sensi dell'art. 2 del Decreto Legislativo n. 387/03 e ss.mm.ii., come modificato dall' art.2 del Decreto Legislativo n. 28/2011, sono definite "fonti energetiche rinnovabili" o "fonti rinnovabili", le fonti energetiche rinnovabili non fossili: eolica, solare, aerotermica, geotermica, idrotermica e oceanica, idraulica, biomassa, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas. In particolare, per biomasse si intende la parte biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui di origine biologica provenienti dall'agricoltura (sostanze vegetali e animali), dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, comprese la pesca e l' acquacoltura, gli sfalci e le potature provenienti dal verde pubblico e privato, nonché la parte biodegradabile dei rifiuti industriali e urbani.

 

Competenze

In Emilia-Romagna l' Ente competente al rilascio dell’ Autorizzazione Unica (art. 12 D.Lgs. n. 387/2003 e ss.mm.ii.) per impianti fino a 50 MW termici è la Provincia. Per impianti sopra i 50 MW termici e fino a 300 MW termici è competente la Regione, d' intesa con gli Enti locali interessati (L.R. n. 26/2004 e ss.mm.ii.).

La Provincia è competente al rilascio delle autorizzazioni alla costruzione e l'esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili, gli interventi di modifica, potenziamento, rifacimento totale o parziale e riattivazione, nonché le opere connesse e le infrastrutture indispensabili alla costruzione e all'esercizio degli impianti stessi. L' Autorizzazione Unica, è rilasciata in Emilia Romagna dalla Provincia territorialmente competente, nel rispetto delle normative vigenti in materia di tutela dell'ambiente, di tutela del paesaggio e del patrimonio storico-artistico, e costituisce, ove occorra, variante allo strumento urbanistico.

Essa sostituisce a tutti gli effetti ogni autorizzazione, concessione, nulla osta o atto di assenso comunque denominato di competenza delle amministrazioni coinvolte.

Le soglie di potenza al di sopra delle quali gli impianti sono assoggettati ad Autorizazione Unica sono stabilite dalla tabella A del D.Lgs. n. 387/2003 e ss.mm.ii.:

Fonte Soglie
1 Eolica 60 kW
2 Solare fotovoltaica 20 kW
3 Idraulica 100 kW
4 Biomasse 200 kW
5 Gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas 250 kW

 

Il rilascio dell' autorizzazione costituisce titolo a costruire ed esercire l'impianto in conformità al progetto approvato e deve contenere l' obbligo alla rimessa in pristino dello stato dei luoghi a carico del soggetto esercente a seguito della dismissione dell'impianto o, per gli impianti idroelettrici, l'obbligo alla esecuzione di misure di reinserimento e recupero ambientale.

Il termine massimo per la conclusione del procedimento unico è fissato in 90 giorni, al netto dei tempi previsti per le eventuali procedure di Valutazione di Impatto Ambientale.

 

Normativa di riferimento

Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59.
[Nota: Autorizzazione alla costruzione ed esercizio di impianti di produzione di energia elettrica di potenza inferiore a 300 MW termici]

 

Attuazione della direttiva 2001/77/CE relativa alla promozione dell'energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell'elettricità.

 

Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE.

 

Linee guida per l' autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili.

 

Attuazione dell' art. 24 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, recante incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti a fonti rinnovabili diversi dai fotovoltaici.

 

Disciplina della programmazione energetica territoriale ed altre disposizioni in materia di energia.
[Nota: autorizzazione alla costruzione ed esercizio degli impianti di produzione di energia di potenza inferiore a 50 MW termici alimentati da fonti convenzionali e rinnovabili]

 

Individuazione delle aree e dei siti per l’ installazione di impianti di produzione di energia elettrica mediante l’ utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili eolica, da biogas, da biomasse e idroelettrica.

 

Definizione degli oneri istruttori da applicare ai procedimenti tecnico-amministrativi per l' autorizzazione degli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e convenzionali.

 

Definizione della garanzia finanziaria, in riferimento ai procedimenti tecnico-amministrativi per l' autorizzazione degli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili quale cauzione per gli interventi di dismissione e le opere di messa in pristino dei luoghi.

 

 

 

(Data di pubblicazione: 22 settembre 2015)