Ambiente

Home ›› Argomenti ›› Ambiente ›› Aria ›› Impianti con emissioni in atmosfera - nuovi e/o modifiche

Impianti con emissione in atmosfera - Impianti nuovi e/o modifiche

La Provincia è competente per il rilascio dell'autorizzazione alle emissioni in atmosfera. L'autorizzazione, rilasciata dalla Provincia viene trsmessa allo Sportello Unico delle Attività Produttive qualora faccia parte di un endoprocedimento.

In ottemperanza a quanto indicato nel Decreto Legislativo n. 152/2006 e ss.mm.ii., parte V, articolo 272, commi 1, 2 e 3 (attività in deroga), la Regione Emilia Romagna ha approvato con propria Delibera n. 2236 del 28/12/2009 le linee di indirizzo per l’adozione delle autorizzazioni di carattere generale per le emissioni in atmosfera.

E' comunque tuttora in corso da parte della Regione Emilia Romagna la elaborazione delle linee di indirizzo per la definizione delle modalità di Autorizzazione in Via Generale (AVG) relativamente ai restanti settori produttivi.

Pertanto, vista l’entrata in vigore della Delibera sopracitata, le aziende che rientrano nelle fattispecie di cui all’ art. 272, comma 2) e che intendono avvalersi delle autorizzazioni in via generale, possono già presentare la domanda in conformità ai modelli (allegati alla delibera).

Le Aziende possono comunque sempre avvalersi delle autorizzazioni in procedura ordinaria da rilasciarsi ai sensi dell’art. 269 del D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii..

Si fa presente che tutte le richieste di autorizzazione per le emissioni in atmosfera, sia per le Autorizzazioni in Via Generale, che per le autorizzazioni in procedura ordinaria (art. 269 del D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii. che confluiranno comunque nell'AUA) dovranno obbligatoriamente contenere la "Dichiarazione sostitutiva di certificazione/atto di notorietà (ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) relativa alla conformità dell'area e dell'impianto agli strumenti urbanistici e alla disciplina edilizia vigenti. "

 

PROSSIME SCADENZE (Presentazione domande di rinnovo autorizzazioni a stabilimenti con emissioni in atmosfera ai sensi dell'art. 281, comma 1) del D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii.)

  • entro il 31 dicembre 2013, per stabilimenti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati in data anteriore al 1° gennaio 2000;
  • tra il 1° gennaio 2014 ed il 31 dicembre 2015, per stabilimenti anteriori al 2006 che siano stati autorizzati in data successiva al 31 dicembre 1999.

Per stabilimento anteriore al 2006 si intende autorizzato ai sensi dell'articolo 6 o dell'articolo 11 o dell'articolo 15, comma 1, lettera b), del decreto del Presidente della Repubblica 24 maggio 1988, n. 203, purche' in funzione o messo in funzione entro il 29 aprile 2008.
L' art. 281, comma 1) del D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii. prevede altresì che la mancata presentazione della domanda di autorizzazione entro i termini indicati, comporta la decadenza della precedente autorizzazione (rilasciata in forma espressa o tacita).

Le domande di rinnovo dovranno essere presentate in conformità alla modulistica a disposizione sul sito della Provincia e così costituita:

  • domanda di autorizzazione per la costruzione/trasferimento di uno stabilimento con emissioni in atmosfera (art. 269, comma 2) del D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii.)
  • domanda di aggiornamento dell'autorizzazione per la modifica sostanziale di stabilimento con emissioni in atmosfera (art. 269, comma 8) del D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii.)
  • domanda di autorizzazione per stabilimento esistente con emissioni in atmosfera (art. 281, comma 1) del D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii.;
  • comunicazione di modifica NON sostanziale di stabilimento con emissioni in atmosfera (art. 269, comma 8) del D.Lgs. n.152/2006 e ssmm.ii;
  • allegato a domanda di art. 269 in caso di emissioni di COV - attività soggette all' art. 275, punto 4) - Stabilimenti nuovi o trasferiti; art. 275 punto 11) - Stabilimenti da modificare;
  • comunicazione ai sensi dell' art. 275 e All. III alla parte V del D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii.;
  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Per le attività che rientrano nelle fattispecie di cui all' art. 272, comma 2), la modulistica é contenuta nella D.G.R. n. 2236/2009 e ss.mm.ii..
Per i motori fissi a combustione interna alimentati a biomasse liquide e biodiesel con potenzialità termica nominale complessiva fino a 10 MWt, ai sensi degli artt. 271, comma 3) e 272, comma 2) del D.Lgs. n.152/2006 e ss.mm.ii. - la modulistica per l'Autorizzazione in Via Generale (AVG) é contenuta nella D.G.R. n.335/2010 (integrazione alla D.G.R. n.2236/2009 e ss.mm.ii.).

Alcune attività prima non soggette ad autorizzazione, risultano ora soggette ad autorizzazione, ad esempio:

  • operazioni manuali, es. banchi di lavoro per pulizia;
  • dispositivi mobili (utilizzati dal gestore dello stabilimento, all'interno dello stesso), es. aspiratori carrellati o dispositivi non fissi per la pulizia di attrezzature di verniciatura;
  • lavorazioni meccaniche dei metalli con consumo complessivo di olio (come tale o come frazione oleosa delle emulsioni) > 500 kg/anno;
  • impianti di emergenza (es. by-pass di sistemi di abbattimento);
  • allevamenti.

Si ricorda inoltre che tutte le attività svolte all'interno dello stabilimento (che generano emissioni in atmosfera) devono essere autorizzate. L'adeguamento alle autorizzazioni esistenti è consentito entro il 01/09/2013, presentando domanda in Provincia entro il 31 luglio 2012 (D.Lgs. 152/2006 - Art. 281, comma 3)).

 

Normativa di riferimento

Deliberazione della Regione Emilia Romagna n.2236 del 28/12/2009

Autorizzazioni alle emissioni in atmosfera: interventi di semplificazione e omogeneizzazione delle procedure e determinazione delle prescrizioni delle autorizzazioni di carattere generale per le attività in deroga ai sensi dell’art. 272, commi 1, 2 e 3 del D.Lgs. n.152/2006, parte V (Pubblicata sul BUR il 04/02/2010)

Integrazioni e modifiche alla D.G.R. 2236/2009 e approvazione degli allegati rileativi all'autorizzazione di carattere generale per impianti termici civili con potenzialità termica nominale complessiva inferiore a 100 MWT, ai sensi dell'art. 272 comma 2 ed art. 281 comma 4 del D.Lgs. 152/2006 "Norme in materia ambientale" (Pubblicata sul BUR parte II, n. 167 del 02/12/2010)

Integrazioni e modifiche alla D.G.R. 2236/2009 e s.m.i. e approvazione degli allegati relativi all'autorizzazione di carattere generale per motori fissi a combustione interna alimentati a biomasse liquide e biodiesel con potenzialità termica nominale complessiva fino a 10 MWT ai sensi degli articoli 271 comma 3 e 272 comma 2 del D.Lgs. 152/2006

Integrazioni e modifiche alla D.G.R. 2236/09 - Approvazione degli allegati relativi all'autorizzazione di carattere generale per impianti di produzione di energia con motori a cogenerazione elettrica aventi potenza termica nominale compresa fra 3 e 10 MWt alimentati a biogas, ai sensi degli articoli 271 comma 3 e 272 comma 2 del D.Lgs. 152/2006

Autorizzazione alle emissioni in atmosfera - Approvazione della modulistica per la presentazione delle domande di autorizzazione ai sensi dell'art. 269 del D.Lgs n. 152/2006

Rinnovo delle autorizzazionei alle emissioni in atmosfera per le attività in deroga ai sensi dell'art. 272 del D.Lgs. n. 152 - Approvazione di una direttiva alle Province per l'esercizio omogeneo e coordinato delle attività autorizzatorie

Integrazioni e modifiche alla Deliberazione della Giunta Regionale 2236/09 - Approvazione degli allegati relativi all'autorizzazione di carattere generale per allevamenti di bestiame di cui alla parte II, dell'Allegato IV alla parte V, del D.Lgs. 152 e smi

Integrazioni e modifiche alla D.G.R. 2236/2009 - Approvazione degli allegati relativi all'autorizzazione di carattere generale per le linee di trattamento fanghi connesse ad impianti di depurazione acque

 

(Ultimo aggiornamento: 27 febbraio 2014)