Altri servizi

Home ›› Altri servizi ›› Polizia Provinciale ›› Storia e Territorio

Storia e Territorio

La Regione Emilia Romagna, con la Legge regionale 21 aprile 1999, n° 3, ha definito la riforma del sistema regionale e locale. In tale ambito ha dettato norme anche per la promozione di un sistema integrato di sicurezza delle città e del territorio regionale, attraverso la disciplina del Servizio di Polizia regionale e locale, la cui evoluzione è culminata nella legge regionale 4 dicembre 2003, n.24 "Disciplina della polizia amministrativa locale e promozione di un sistema integrato di sicurezza".

La Provincia di Ravenna ha inteso esercitare le proprie funzioni di polizia locale attraverso l'istituzione del Corpo di Polizia Provinciale.

All'inizio del 2000, che si configura pertanto come l'anno di nascita del Corpo di Polizia Provinciale, il Consiglio Provinciale ha approvato il nuovo Regolamento del Corpo di Polizia Provinciale.

L'istituzione del Corpo ha comportato due trasformazioni sostanziali:

1) la collocazione del nuovo servizio direttamente in staff alla Presidenza con il conseguente superamento del Servizio di vigilanza, già presente in Provincia da diversi decenni, collocato alle dipendenze del settore Agricoltura ed avente competenze limitate alla sola attività ittico venatoria;

2) l'estensione delle competenze del Corpo a tutte le materie proprie, trasferite e delegate della Provincia, in particolare in campo ambientale.

La modifica introdotta in agosto 2003 al Codice della Strada ha conferito ai Corpi e ai Servizi di Polizia Provinciale piene attribuzioni nell’espletamento dei servizi di Polizia Stradale al pari di tutte le altre forze di polizia.

TERRITORIO:

La Provincia di Ravenna si estende per 1.858 chilometri quadrati di superficie ed è popolata da 350.223 abitanti con una densità di 188 abitanti per chilometro quadro.

La Provincia è articolata in 18 comuni che si estendono dalla costa adriatica sino ai primi contrafforti della dorsale appenninica.

Nel territorio della Provincia si trovano numerosi fiumi tra cui il Reno, il Santerno, il Savio, il Montone, il Ronco, il Lamone e il Senio.

La diversificazione ambientale è notevole passando dai circa 50 chilometri di spiagge sabbiose, orlate per buona parte da pinete, all'entroterra fortemente vocato alla produzione agricola, alla zona collinare identificata dalle tre vallate dei fiumi Senio, Lamone e dal torrente Sintria. Di particolare pregio naturalistico le zone inserite all'interno del Parco della vena del gesso romagnola.

Nel territorio provinciale sono presenti numerose zone umide di interesse internazionale per la sosta e riproduzione della fauna selvatica suddivise in quelle interdette all'attività venatoria e inserite nel Parco del delta del Po come Punte Alberete, la Valle della Canna, l'Ortazzo e l'Ortazzino, le Saline di Cervia e in quelle in cui è consentita l'attività venatoria come la Pialassa Baiona e la parte meridionale delle valli di Comacchio che ricadono nella Provincia di Ravenna.

La rete stradale della Provincia si estende per 46 chilometri di Autostrade, 146 chilometri di strade statali e ben 961 chilometri di strade di competenza della Provincia di Ravenna.